È sufficiente che il mio bambino cresca 125 grammi a settimana?

È sufficiente che il mio bambino cresca 125 grammi a settimana?

È sufficiente che il mio bambino cresca 125 grammi a settimana?

Il ritmo di crescita dei neonati è più elevato nei primi mesi, mentre rallenta dal secondo trimestre di vita in poi; questo significa che un certo incremento di peso può andare bene in un bambino più grande, ma essere insufficiente in un neonato. Inoltre, dato che i bambini hanno costituzioni diverse, un dato aumento di peso può essere poco per un bambino di costituzione robusta, mentre è del tutto adeguato per uno di costituzione minuta.

I bambini alimentati con la formula hanno un andamento di crescita differente da quelli alimentati esclusivamente con latte materno; tendono a crescere più lentamente nelle prime settimane, mentre successivamente mettono su più peso dei bambini allattati al seno. Poiché in passato ci si basava sulla media di peso dei bambini senza guardare il tipo di nutrimento ricevuto, si considerava adeguato, di fatto, un aumento di peso, nelle prime settimane, inferiore allo standard di un bambino nutrito in realtà secondo la fisiologia, e cioè con il latte materno.

125 grammi a settimana, riferito al primo trimestre di vita, è un valore non più aggiornato fin dal 2005.

Attualmente gli standard OMS mostrano che nei primi tre mesi un bambino dovrebbe crescere COME MINIMO (per le femmine al 1° percentile) 160 gr a settimana il primo trimestre e 85 il secondo, mentre per i maschi al 1° percentile i valori sono rispettivamente circa 195 e 100. Però attenzione: se il bambino o la bambina sono al 99° percentile (cioè sono nati di costituzione robusta e di alto peso) la crescita attesa è di oltre 250 al mese nel 1° trimestre per le femmine e di 280 e più per i maschi, e nel secondo trimestre 150 grammi a settimana per entrambi i sessi. Quindi il generico riferimento dei 125 grammi a settimana va abbandonato, prima di tutto perché comunque inferiore al minimo, e poi perché non si può generalizzare ma occorre valutare l’aumento di peso nel contesto dell’età del bambino e della sua costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *