A che età il bebè va spostato nel suo lettino?

A che età il bebè va spostato nel suo lettino?

A che età il bebè va spostato nel suo lettino?

Tutti i bambini prima o poi dormono tutta la notte; tutti i bambini prima o poi si addormentano da soli e si stufano di dormire con i genitori: anche se non si fa nulla per “abituarli”. Tutti i bambini da piccoli hanno un intenso bisogno di stare a contatto con la mamma o comunque coi genitori, specialmente di notte: è scritto nel loro istinto ed è grazie a questo istinto che la nostra specie è sopravvissuta ai predatori. Certo, ora viviamo in case sicure e non entra il leopardo o il lupo a predare i nostri piccoli, però loro non lo sanno!
Quando un bambino è pronto dal punto di vista emotivo e fisico a stare da solo, lo fa senza fatica; si parla più di anni che di mesi. Se invece viene forzato alla separazione notturna prima del tempo, sarà molto più impegnativo e sofferto riuscire a farlo adattare. Anche se a volte sembra che il bambino più piccolo si adatti rapidamente, semplicemente si arrende più in fretta di quello grandicello; ma comunque, più precoce è la separazione, maggiore è lo stress che è stato scientificamente misurato. I metodi per “educare il bambino al sonno” infatti lo abituano solamente a non chiamare più la notte quando si sveglia.
Quindi il momento buono per spostare il bambino nel suo letto o nella sua stanza è quello in cui questo cambiamento è agevole e accettato di buon grado da tutti quanti, bambino compreso. Non c’è alcun danno a rimandare, se si vede che la soluzione scelta causa stress o disagio; la soluzione che crea meno disagio notturno per tutti è quella giusta per la famiglia, finché funziona.

Torna alle FAQ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *