Latte materno, microbioma ricco

Latte materno, microbioma ricco

Latte materno, microbioma ricco

Uno studio condotto  alla Oxford University ha mostrato che uno dei fattori che incide maggiormente sulla povertà (scarsa varietà) del microbioma intestinale, dopo l’uso degli antibiotici, è il mancato allattamento al seno. Il latte materno infatti offre una vasta varietà di germi «amici» che popolano il tratto intestinale del neonato nel modo ottimale, impedendo la colonizzazione da parte di germi aggressivi. Inoltre nel latte materno vi è una grande quantità di zuccheri, gli oligosaccaridi, che non vengono assimilati dal bambino ma servono invece a nutrire proprio il suo microbioma intestinale, permettendogli di diversificarsi e di prosperare. Il microbioma è la chiave della salute di un organismo, perché è strettamente connesso al buon funzionamento del sistema neuro-endocrino-immunitario e permette di assimilare e trasformare nel modo più efficiente ciò che mangiamo. L’assetto del microbioma si stabilisce proprio nelle prime settimane e mesi di vita e tende a permanere stabilmente per tutta la vita.

Lo studio (in inglese) può essere letto qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *